Prevenire è meglio che curare…

La richiesta per polverierasegnalazione che abbiamo fatto ieri al Sindaco Bassetta chiedendo il ripristino delle attività agricole nell’area della ex polveriera, non è frutto di un eccesso di zelo o di immotivato allarmismo.

Chi è attento alle vicende del territorio, ricorderà che l’area del ex deposito militare di Anagni è stata già oggetto di incendio. Nel 2012, ad esempio…

Un incendio si è sviluppato nella giornata di ieri nella zona di Via Mola Santa Maria a sud di Anagni in un’area appartenente all’ex Deposito Militare. Il rogo ha interessato una superficie di circa 3000 metri quadri ed ha lambito la vecchia recinzione spinata prospiciente la strada arrestandosi senza fare ulteriori danni ma provocando spavento per l’improvvisa fiammata che molte case della zona hanno visto alzarsi nel primissimo pomeriggio. L’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco costantemente impegnati in questi giorni ha evitato che il fuoco si propagasse ulteriormente e la minaccia è rimasta circoscritta ad un’area disabitata ed in disuso da anni recentemente acquisita dal Comune di Anagni. La dinamica e l’origine sono incerte ma data la conformazione e l’incuria del luogo non è da escludere che sia partito proprio dal ciglio e dalla recinzione per poi svilupparsi su un leggero dislivello in salita dove ha faticato ad estendersi. I dubbi più comuni a queste situazioni sono tra la fatalità di un mozzicone in combinazione col vento molto forte a quell’ora o un improbabile dolo. Di certo se l’incendio si fosse propagato, data l’estensione della zona incolta si sarebbero potute avere conseguenze e pericoli rilevanti visto che la stessa arriva fino al piazzale della Stazione di Anagni.

ANTONIO ESPOSITO

31 luglio 2012,  articolo pubblicato sul quotidiano Ciociaria Oggi

 

11164663_10205891062547752_2356027633512015086_o
foto: A. Esposito

 

foto: A. Esposito
foto: A. Esposito