Verità per Giulio Regeni


verita_per_regeni

Il Comune di Anagni aderisce alla campagna “Verità per Giulio Regeni” su richiesta del locale circolo di Legambiente.

Con la delibera di giunta n° 183 del 17 giugno 2016, l’Amministrazione Comunale ha accolto la richiesta della presidente del circolo Legambiente di Anagni per l’adesione alla campagna di sensibilizzazione promossa da Amnesty International.

 

Regeni era un dottorando italiano dell’Università di Cambridge. E’ scomparso al Cairo il 25 gennaio 2016, giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahrir. Precisamente alle 19:41, ora del suo ultimo sms.giulio-regeni

Il corpo senza vita e sfigurato di Regeni venne ritrovato dopo otto giorni,  il 3 febbraio. Sulle cause della sua morte ancora oggi, dopo sei mesi, si brancola nel buio, di certo si sa solo che Giulio, come molti altri come lui, è stato vittima di orribili violenze.Per questo è importante accogliere l’appello della famiglia Regeni a non far cadere il silenzio sulla vicenda continuando a chiedere che venga fatta chiarezza.

“La verità è ancora lontana”  ha dichiarato il portavoce di Amnesty International in Italia, Riccardo Noury –  “e questa richiesta di verità per Giulio è ancora attuale”

È una richiesta che l’opinione pubblica, con milioni di persone, insieme ad istituzioni, organi di stampa, università e scuole manifestano pubblicamente esponendo il “giallo” di Giulio”.

Legambiente ha aderito da subito alla campagna. Infatti, lo striscione “Verità per Giulio Regeni” è stato esposto all’ingresso della sede nazionale della nostra associazione, in Via Salaria a Roma,  sin dall’inizio di marzo, e sono molti in Italia i circoli locali che si sono fatti da tramite sollecitando l’adesione alle amministrazioni locali.

Giovedì prossimo, 28 luglio, alle ore 10, durante il Consiglio Comunale presso la Sala della Ragione, il circolo Legambiente di Anagni consegnerà all’amministrazione uno striscione chiedendone l’affissione sulla facciata del Palazzo Comunale, a testimonianza della adesione della comunità cittadina alla campagna.

Il “giallo di Legambiente” si unisce al “giallo” per Giulio, per tutti coloro che nel mondo si battono per i diritti, la verità, la giustizia.